Le più belle chiese di Firenze

Santa Maria Novella è una delle chiese più conosciute di Firenze, si trova nei pressi della stazione ferroviaria, nell’omonima piazza. I lavori per la sua costruzione risalgono al 1249, ma di fatto la posa della prima pietra è datata 18 ottobre 1279, durante la festa di San Luca. I lavori continuarono fino al 1360.

La facciata marmorea di colore bianco e verde scuro venne ripresa nel XV secolo da Leon Battista Alberti. La chiesa accoglie notevoli capolavori: la Trinità di Masaccio, il Crocifisso di Giotto, il Crocifisso ligneo del Brunelleschi, un ciclo di affreschi di Filippino Lippi, il Crocifisso del Giambologna, un ciclo di affreschi del Ghirlandaio. Degne di rilievo sono le vetrate, costruite tra il XIV e il XV secolo. Tra queste le più belle sono quelle della cappella Strozzi, su disegno di Filippino Lippi. L’acquisto del biglietto consente la visita al complesso monumentale di Santa Maria Novella, comprensivo de il Chiostro dei Morti, il Chiostro Verde, il Cappellone degli Spagnoli, la Cappella degli Ubriachi e il Refettorio. La biglietteria chiude sempre 45 minuti prima della chiusura della chiesa ai visitatori.

Info

Orario visite – Santa Maria Novella

dal lunedì al venerdì: 9:00 – 17:30
sabato e prefestivi religiosi: 9:00 – 17:00
La biglietteria chiude alle ore: 16:15
Costo biglietto: 5€ intero, 3.50€ ridotto
Tel. 055 21 92 57 – Fax. 055 90 67 593
info@chiesasantamarianovella.it
www.chiesasantamarianovella.it

La Chiesa di Santa Croce è una chiesa molto antica, splendido esempio di architettura gotica. Qui sono sepolti e ricordati nomi illustri come Foscolo, Michelangelo, Machiavelli, Alfieri, Galileo Galilei, Rossini, Canova,  Leon Battista Alberti. La sua edificazione iniziò verso il 1294 e terminò nella seconda metà del Trecento. La chiesa è a croce egizia con tre navate separate da pilastri ottagonali. Le cappelle laterali ospitano affreschi di rilievo (la cappella Peruzzi e Bardi sono state affrescate da Giotto) e altari. La Cappella Maggiore è dedicata alla santa croce e ospita la Leggenda della vera Croce, affreschi di Agnolo Gaddi. La Cappella dei Pazzi, nel chiostro, fu progettata da Filippo Brunelleschi e terminata da Michelozzo, esempio di perfezione di architettura rinascimentale fiorentina. Tra le opere che è possibile ammirare al Museo dell’Opera di Santa Croce è il Cristo Crocifisso di Cimabue. La chiesa si trova nel centro storico di Firenze ed è raggiungibile coi principali mezzi pubblici. Il biglietto d’ingresso è 6 € prezzo intero e 4 € ridotto.

Info
Orario visite – Santa Croce
Lunedì – Sabato dalle 9:30 alle 17:00
La biglietteria chiude alle ore 17:00
Costo biglietto: 6€ intero, 4€ ridotto
Tel./fax +39 055.2466105
segreteria@santacroceopera.it
www.santacroceopera.it

La Chiesa di Ognissanti, con la sua facciata in stile barocco, domina l’omonima piazza a Firenze. La sua nascita è strettamente legata a quella dell’ordine degli Umiliati, che giunti in città costruirono il loro complesso conventuale e si stabilirono fuori le mura, in una zona particolarmente adatta alla vita religiosa e alla lavorazione della lana e del vetro, attività a cui erano soliti dedicarsi. Verso la fine del Duecento gli Umiliati assunsero posizioni di prestigio nella Firenze dell’epoca e ben presto la chiesa fu arricchita di opere d’arte di straordinaria bellezza. La Maestà di Giotto, attualmente agli Uffizi, si trovava sull’altare maggiore della chiesa. La chiesa ospita anche un’altra opera di Giotto, il Crocifisso. Qui lasciarono il segno anche altri artisti fiorentini, come Botticelli, sepolto nella stessa chiesa, che dipinse Sant’Agostino, e il Ghirlandaio, che ritrasse San Girolamo, affrescò una Pietà, una Madonna della Misericordia e un’ultima cena nel refettorio del convento.

Info
Orario visite Chiesa Ognissanti.
Lunedì – Venerdì dalle 9:00 alle 12:30
Domenica dalle 9.00 alle 10.00, 16.00 alle 17.30
Tel. 0552398700
fifirenze@davide.it
www.chiesaognissanti.it

Il Duomo di Firenze è il simbolo della città e anche dell’arte italiana nel mondo. Il campanile di Giotto, la cupola del Brunelleschi, gli affreschi del Vasari fanno della stessa un’opera dal valore inestimabile. Fu costruita sulle fondamenta di un’antica chiesa, la Chiesa di Santa Reparata. La costruzione venne iniziata nel 1296, nel 1412 fu dedicata a Santa Maria del Fiore e nel 1436 consacrata da Papa Eugenio IV al temine del lavori della cupola. In chiaro stile gotico, la facciata è ricoperta di marmi rosso, bianco e verde. L’interno colpisce per la vastità e l’austerità di arredo. Il Battistero di San Giovanni è posto di fronte la cattedrale. Il mosaico della cupola presenta un’enorme immagine di Cristo e alcune scene del giudizio universale. Ha tre importanti porte in bronzo: la Porta Sud di Andrea Pisano, la Porta Nord di Lorenzo Ghiberti e la Porta est, soprannominata da Michelangelo Porta del Paradiso, sempre di Lorenzo Ghiberti.

Info
http://operaduomo.firenze.it/

Il campanile di Giotto venne iniziato nel 1334 e ultimato nel 1359 da Francesco Talenti. È alto più di 80mt e largo circa 15. È considerato il più bello d’Italia. Da vedere i resti dell’antica basilica di Santa Reparata, ritrovati sotto la cattedrale durante alcuni scavi compiuti tra il 1965 e 1973. Bellissimo è il pavimento in mosaico policromo con decorazioni geometriche. Molte delle statue e opere d’arte presenti nella cattedrale sono state spostate al Museo dell’Opera(chiuso fino a novembre 2015). Per accedere a tutto il complesso di Santa Maria del Fiore si acquista un unico biglietto del costo di 10 €.

Info
Orario visite  – Campanile di Giotto
Generale: 8:30 – 18:50
Epifania: 8:30 – 13:20
Tel: +39 055 2302885
Fax: +39 055 2302898
opera@operaduomo.firenze.it
http://operaduomo.firenze.it/

La Chiesa di San Miniato al Monte si trova nella parte alta della città di Firenze, nella zona dei Viali dei Colli. La sua costruzione risale al 1013 e fu completata nel XII secolo. La facciata a marmi bianchi e verdi è un chiaro esempio di architettura romanica fiorentina. La chiesa ospita nella cripta le reliquie di san Miniato. Il campanile venne ricostruito nel 1523 e durante l’assedio di Firenze venne usato come posto per l’artiglieria. La chiesa è disposta su tre navate, bellissimo il pavimento intarsiato del 1207, sul quale sono raffigurati anche simboli dello zodiaco. Da vedere assolutamente la Cappella del Crocifisso ideata da Michelozzo nel 1448. La Cappella del Cardinale del Portogallo si trova nella navata sinistra ed è l’unica cappella funeraria della chiesa. La sagrestia ospita gli affreschi di Spinello Aretino. L’abbazia, adiacente alla chiesa, contiene affreschi di Paolo Uccello.

Info
Orari di apertura Chiesa di San Miniato al Monte
Lunedì – Sabato: dalle 9.30 alle 19.00 (20.00 in Estate)
Tel: +39 055.234.27.31
Fax: +39 055.234.53.54
sanminiato@tin.it
www.sanminiatoalmonte.it

La Basilica di San Lorenzo è considerata una delle più antiche chiese di Firenze. Fu consacrata nel 393 da S. Ambrogio e dedicata a S. Lorenzo martire. Ha subito nel corso dei secoli diversi rimaneggiamenti, fino quasi a stravolgerne l’aspetto originario. Un primo, datato 1059, e un secondo, intorno al 1400, per volontà della famiglia dei Medici che voleva trasformarla in chiesa di famiglia. I lavori vennero affidati al Brunelleschi e terminati da Antonio Manetti. La chiesa è divisa in tre navate e ospita opere di Donatello, Filippino Lippi, il Bronzino, e artisti più attuali come Pietro Annigoni. Nella sagrestia vecchia, realizzata da Brunelleschi, la decorazione interna fu affidata a Donatello. La cupola, affrescata, riproduce un piccolo planetario raffigurante con estrema precisione i pianeti e le stelle, presenti, così si narra, nel cielo di Firenze in una notte del 1442. La sagrestia nuova conserva le tombe di Lorenzo il Magnifico e Giuliano dei Medici, su progetto di Michelangelo.

Info

Orari di apertura Basilica di san Lorenzo.
Lunedì – Sabato: dalle 10.00 alle 17.00 (13.30 – 17.00 festivi)
https://insignebasilicasanlorenzo.wordpress.com/

Guida alla città di Firenze

Vota Guida di CiaoBellaItalia

Commenti

commenti

Lascia un commento