Guida Pompei ed Ercolano

Pompei ed Ercolano sono scavi archeologici unici al mondo e dal 1997 considerati Patrimonio dell’Umanità. Non si tratta di visitare dei ruderi e i resti di qualche colonna in marmo. Qui sono state trovate due città nella loro complessità urbanistica, con edifici integri, vie, piazze, botteghe ed uffici. Chi li visita ammira soprattutto i particolari: passaggi pedonali, marciapiedi, fontane pubbliche, negozi di commercianti con forme del pane ancora sui banconi, sensi unici per le bighe. Tutte notizie che hanno permesso a studiosi e archeologi di riscrivere la storia e capire come si svolgeva davvero la vita in quel periodo.

Le due città che si credeva distrutte dalla furia del Vesuvio nel 79 a.C. furono ritrovate per caso. La fortuna o il destino, come più ci piace, ci mise lo zampino e riportò alla luce edifici, statue, dipinti, mosaici, manufatti e anche corpi carbonizzati, scheletri, vite umane distrutte. Parte di questi ritrovamenti sono esposti al Museo archeologico nazionale di Napoli per evitare che subissero danni  per l’esposizione continua a intemperie, o fossero destinatari di atti di vandalismo o addirittura cedessero all’inerzia da parte degli organi preposti alla loro tutela.

Parte delle città antiche giacciono ancora sotto la coltre di lapilli cenere e lava e molto resta ancora da scavare. Basta pensare che buona parte di Pompei si trova ancora sotto il terreno. E identica situazione vale per Ercolano. Distante 8 km circa dalla prima, ugualmente bella e affascinante.

Visitare gli scavi di Pompei ed Ercolano è fare un salto nel passato, è scoprire la vita quotidiana in quel periodo, quali fossero gli usi e i costumi di una popolazione che sembra lontana da noi migliaia di anni, è conoscere le leggi del diritto romano.

Lettere di famosi filosofi hanno cercato di spiegare lo splendore e il fasto di un’epoca che non aveva tecnologia a sua disposizione ma costruiva strade su cui ancora oggi si cammina, innalzava ponti, discuteva sulla pubblica piazza creando la politica. Ma ricostruire le abitudini giornaliere, in una tipica città imperiale, è stato possibile grazie ai ritrovamenti di Pompei ed Ercolano.

Da quel momento la leggenda delle antiche città romane è ritornata a vivere.

Guida Pompei ed Ercolano

Vota Guida di CiaoBellaItalia

Commenti

commenti

Lascia un commento